Clara Consenti

ATTACCHI DI PANICO

Attacchi di panico uomo
Attacchi di panico donna

Gli attacchi di panico sono episodi di improvvisa e intensa paura, accompagnati da sintomi somatici e cognitivi: palpitazione, sudorazione improvvisa, tremore, sensazione di soffocamento e dolore al petto, nausea, vertigini, brividi o vampate di calore. Le persone che ne soffrono sperimentano quindi una intensa sensazione di pericolo e anche paura di morte, che almeno la prima volta, tendono ad associare ad una causa fisica.

PERCHÈ CURARE
La persona che ha sperimentato uno o più episodi di panico tende ad sviluppare una fobia che questo possa ripetersi e ad evitare situazioni potenzialmente ansiogene, comportando una forte limitazione della sfera sociale e relazionale. Si può inoltre instaurare un bisogno di dipendenza da qualcuno ritenuto fidato (solitamente familiare) che possa proteggere accompagnando quanto più possibile la persona. La persona modifica quindi in maniera significativa il proprio comportamento in conseguenza delle possibili implicazioni negative dell’attacco di panico e questo può inficiare seriamente la qualità e il benessere della vita.
Il disturbo di panico diventa per il soggetto una grande fonte di stress fisico e psichico ed è a sua volta acuito da situazioni stressanti rischiando la creazione di un circolo vizioso. La frustrazione così che genera rischia di attivare poi forme depressive.

COME POSSO AIUTARE
Richiedere aiuto ad un professionista significa prendere coscienza di un problema e segna un primo passo fondamentale: la volontà di prendersi cura di sé ed affrontare il proprio disagio. Lo psicoterapeuta offre uno spazio di ascolto aiutando la persona a gestire l’evento di panico (strategie di soluzione), analizzare le origini che lo causano e costruire un equilibrio nuovo e funzionale spezzando i circoli viziosi del disturbo.